Si. Al giorno d’oggi, personalmente, non sono a conoscenza di nessun medicinale che si possa usare con gli invertebrati, o per lo meno in dosi sufficienti a curare una malattia specifica.

Alcuni antibiotici come l’Aureomicina, sono usati in dosi leggerissime per combattere il proliferare eccessivo di alcuni tipi di alghe. Esistono preparati commercializzati per combattere malattie come Cryptocaryon irritans ed Oodinium ocellatum che tuttavia devono essere considerati utili nella prevenzione e non nella cura effettiva di una malattia conclamata.

INFO ARTICOLO:

 

Alberto Scapini - Claudio Rebonato  

 

 ( 24 dicembre 2003 )  

 

L'articolo è stato letto 6.106 volte

 
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE