El Quseir da qualche anno è diventata una nuova meta turistica per gli appassionati di barriera corallina. Si trova nel Mar Rosso lungo la costa meridionale dell’Egitto, verso il confine con il Sudan, a metà strada tra Hurghada e Marsa Alam.
La zona non è ancora stata presa d’assalto dal turismo di massa e quindi riserva a sub e appassionati di snorkeling panorami subacquei entusiasmanti. Davanti a centinaia di chilometri di costa disabitata e senza traccia di inquinamento, si apre una barriera immersa in acque calde e trasparenti nella quale prosperano “lussuosi” giardini di coralli popolati da migliaia di specie di pesci e invertebrati. La visibilità è molto buona con medie che superano i 20 metri. L’acqua è molto calda ed anche d’inverno non scende sotto i 20°. A parte i mesi estivi centrali, il vento persistente rende il mare sempre un po’ mosso. Superata una laguna corallina dove l’acqua è calma e bassa poche decine di centimetri, si incontra la sommità della barriera dove i coralli quasi affiorano. Oltre c’è una parete a strapiombo che con un “salto” nel blu, profondo tra i 30 e i 40 metri, conduce in mare aperto. Il servizio fotografico è stato realizzato nel settembre 2003.

INFO ARTICOLO:

 

Alberto Scapini  

 

 ( 12 settembre 2003 )  

 

L'articolo è stato letto 16.550 volte

 
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE