Lysmata amboinensisLysmata amboinensis popola tutto l’Indo-Pacifico tropicale e il Mar Rosso. E’ un gamberetto molto socievole che di solito s’intrattiene nelle acque dei fondali corallini compresi fra i 5 e i 35 metri e cresce fino a 5 cm.
Gli arti e le antenne di Lysmata amboinensis sono di colore bianco, il dorso di colore rosso vivo. Una riga bianca attraversa tutta la lunghezza del corpo e si ferma prima della coda.
La somiglianza con Lysmata grabhami è quasi totale, tuttavia è facile riconoscerli osservando la riga bianca: in Lysmata grabhami questa riga prosegue anche sulla coda.
Lysmata amboinensis vive all’interno di grotte o spaccature nella roccia e di solito forma dei gruppi talvolta molto numerosi, composti anche da parecchie decine d’individui.
Gli esemplari formano delle “stazioni di pulizia” dove liberano i pesci dai parassiti e dalla pelle morta. Inizialmente i pesci sono tranquillizzati dai gamberi che con le antenne li informano della loro presenza. Può capitare che ogni tanto si lascino prendere dal loro lavoro e vengano trasportati lontano dal pesce a cui stanno offrendo il servizio.
Lysmata amboinensis non ha molti predatori naturali e non è mangiato nemmeno dalle specie appartenenti alla Famiglia Balistidae.

 

Lysmata amboinensis – osservazioni in acquario

Lysmata amboinensis

Foto e vasca Gianluca Bin

Lysmata amboinensis è uno dei gamberetti che più frequentemente alleviamo in acquario. Secondo la mia esperienza, è quello che maggiormente si presta a questa funzione.
E’ accettato dalla quasi totalità dei pesci, non è irruente e vive nelle nostre vasche per molti anni. Ho sempre mantenuto una coppia, ma è possibile allevarlo da solo senza problemi.
Lysmata amboinensis, in cattività, accetta ogni tipo di cibo, ed integra in questo modo la sua dieta fatta principalmente dagli escrementi dei pesci e dai resti di cibo.
I pesci lo vanno a cercare quando sono attaccati dai parassiti, ma anche per abitudine ogni giorno quando si accendono le luci.
Passeggia su coralli e rocce, e difficilmente lo vedrete fermo nella sua tana come accade, per esempio, con Lysmata debelius.
Talvolta per recuperare il cibo, lo sottrae ai coralli – specialmente al tipo con polipo piccolo – e per questo alcuni acquariofili non lo mantengono nei loro acquari.
Lysmata amboinensis è riprodotto da anni in cattività ed anche nei nostri acquari di frequente potete notare il ventre pieno d’uova. Tuttavia, una volta liberate queste uova non hanno nessuna possibilità di svilupparsi e diventano cibo per gli altri abitanti della vasca. Solo con un’alimentazione adatta, per esempio a base di Zooplankton, e con delle vaschette adeguate si può ottenere lo sviluppo delle larve.

INFO ARTICOLO:

 

Claudio Rebonato  

 

 ( 20 dicembre 2002 )  

 

L'articolo è stato letto 15.555 volte

 

Classificazione

Tipo

Arthropoda

SottoTipo

Crustacea

Classe

Malacostraca

SottoClasse

Eumalacostraca

SuperOrdine

Eucarida

Ordine

Decapoda

Sottoordine

Pleocyemata

InfraOrdine

Caridea

Famiglia

Hippolytidae

Nome inglese

White-banded Cleaner Shrimp

Foto di

Claudio Rebonato

Vasca di

Claudio Rebonato

Data inserimento

20 dicembre 2002

SPECIE

Pomacanthus navarchus

Sembra che la diffusione di Pomacanthus navarchus, un tempo classificato come Euxiphipops navarchus, sia limitata all’arcipelago ...

Chaetodon trifasciatus

Uno dei pesci più belli che io abbia mantenuto in acquarioChaetodon trifasciatus popola i mari ...

Zebrasoma flavescens

Zebrasoma flavescens è presente nell’Oceano Pacifico, dal Giappone alle Hawaii. Predilige le zone ricche di ...

Linckia guildingi

Linckia guildingi è presente ampiamente nell’Indo-Pacifico e nella regione Caraibica. Raggiunge un diametro di 50 ...

Gobiodon okinawae

Gobiodon okinawae – prende il nome appunto dall’isola di Okinawa – è presente ad una ...
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE