Gymnomuraena zebraGymnomuraena zebra è diffusa sui fondali corallini nonché sui litorali rocciosi dell’Oceano Indopacifico fino ad una profondità di circa 50 metri e può raggiungere una lunghezza di circa 150 cm.
Particolarità di Gymnomuraena zebra è da ricercarsi nei denti che non risultano né aguzzi né taglienti, ma ricurvi e molto robusti per rompere le corazze di piccoli crostacei tra cui granchi, molluschi, con particolare inclinazione ai gamberetti, essendo questa la sua dieta ideale, senza disdegnare però i piccoli pesci.
Altro movimento caratteristico, che non deve tuttavia trarre in inganno l’acquariofilo, è l’aprire e chiudere continuamente la bocca: non va interpretato come minaccia di mordere ma è dettato dalla necessità di respirare.
Nel suo habitat naturale, principalmente nelle ore diurne, Gymnomuraena zebra rimane nascosta fra i vari anfratti presenti nei coralli ed esce di notte a caccia di prede.

 

Gymnomuraena zebra – osservazioni in acquario

Gymnomuraena zebraGymnomuraena zebra è particolarmente adatto alla vita in acquario poiché è docile e meno aggressivo delle altre sue “cugine” murene ed inoltre non supera la lunghezza di 90 cm, risultando nel contempo più resistente alle malattie.
L’acquario per Gymnomuraena zebra deve essere tassativamente ben chiuso da un coperchio, poiché questa specie è nota per la sua tendenza ad evadere, tanto da sfruttare ogni piccolo buco per fuoriuscire dalla vasca. Si adatta facilmente alla vita in acquario e mangia regolarmente dopo circa una settimana dalla sua introduzione.
Gymnomuraena zebra è un pesce prevalentemente notturno, di giorno rimane nascosto nel suo anfratto tenendo fuori soltanto la testa, ma con un po’ di pazienza e con l’uso di una pinza lunga o di un bastone per somministrargli il cibo davanti alla bocca, lo si può apprezzare in tutta il suo splendore anche di giorno. È sconsigliato offrigli il cibo con le mani perché, anche se non appartiene a specie dotate di saliva tossica, ha un ottimo olfatto e scarsa vista, quindi morderebbe la mano dell’acquariofilo solo per la fretta di afferrare la preda.
La sua dieta comprende piccoli crostacei preferendo soprattutto gamberetti. Molti appassionati alimentano gli esemplari più piccoli due volte a settimana mentre quelli adulti una sola volta a settimana, ma è meglio abituarli a nutrirsi giornalmente magari con porzioni ridotte.
Non deve spaventare, in ogni modo, se per un periodo prolungato l’esemplare non accetta il cibo, entrando in una sorta di letargo. Gymnomuraena zebra è un pesce longevo tanto che vi sono testi che riportano la sua permanenza in acquario per oltre 10 anni.
Infine un consiglio, fate attenzione che non si intrufoli nell’alloggiamento del termoriscaldatore, potrebbe danneggiare la sua pelle delicata.

INFO ARTICOLO:

 

Manrico Mingolla  

 

 ( 26 dicembre 2003 )  

 

L'articolo è stato letto 17.992 volte

 

Classificazione

Tipo

Chordata

Classe

Actinopterygii

Ordine

Anguilliformes

Sottoordine

Muraenoidei

Famiglia

Muraenidae

Nome inglese

Zebra Moray

Foto di

Claudio Rebonato

Vasca di

Sergio Girelli

Data inserimento

26 dicembre 2003

SPECIE

Hippocampus zosterae

La morfologia di Hippocampus zosterae - nome comune 'cavalluccio marino nano' - è simile a ...

Gramma loreto

Gramma loreto è una specie molto timida che vive in prossimità di fondali, predilige zone ...

Cavernularia obesa

Cavernularia obesa è segnalata in Indonesia e in tutto l’Indo-Pacifico. Il corpo di Cavernularia obesa si ...

Naso lituratus

Naso lituratus si trova in tutto l’Indo-Pacifico, dal Mar Rosso al Giappone, Nuova Caledonia e ...

Pomacanthus arcuatus

Pomacanthus arcuatus popola l’Atlantico occidentale: dagli Stati Uniti alle vicinanze di Ryo de Janeiro, Brasile. Inoltre ...
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE